My Followers

sabato 13 ottobre 2012

Ho letto...

"Il mio ultimo amico" di Edmondo De Amicis.
E' un libro che il noto autore scrisse nel lontano 1900,
mentre attraversava un periodo particolarmente buio della sua vita
(il suo figlio più grande si era da poco suicidato).
Un libro che, come ha scritto in prefazione D.Mainardi "è 
commovente, sincero, interessante e, soprattutto, attuale".
Attuale perché "anche se sono passati più di cent'anni [...] i cani
ancora oggi vengono sottovalutati per quanto riguarda 
sia le loro doti mentali che le loro capacità affettive". 
E in questo libro l'autore, che parte da una serie di 
pregiudizi nei confronti dei cani, ha il modo 
di ricredersi completamente, "di scoprire cosa è veramente un cane"
 e di provare un fortissimo affetto nei confronti del suo cagnolino. 
Anche se questo libro è stato scritto oltre un secolo fa,
leggendolo ho avuto modo di rivedere, in certo senso,
la mia famiglia ed i miei cani.
Qualcuno di voi lo ha letto?
Un caro saluto e buona domenica a tutti.



6 commenti:

  1. no di De Amicis conosco solo, come molti di voi penso, solo il libro Cuore, nn sapevo di qst libro, prendo nota chissà che magari in qlc mercatino lo scovo....ciao monique!

    RispondiElimina
  2. No,mai letto,ma io amo i cani da quando sono nata,per me sono esseri meravigliosi,non importa che non parlino,per me lo fanno,hanno un'energia buona e generosa e sono sempre ad amarci e proteggerci.

    RispondiElimina
  3. ...allora abbiamo in comune questa data,anche mio padre moriva ieri notte purtroppo,ti auguro una serena settimana,baci.

    RispondiElimina
  4. Ciao carissima,
    purtroppo non ho animali in casa perchè mio figlio è allergico...
    Non ti dico la sofferenza!
    Una coincidenza però, quando ero piccola avevo un cagnolone come quelli che ho visto nelle tue foto. Adorabili a dir poco!
    Ho visto il tuo post sulle ortesie, bellissime anche le tue. Una seconda coincidenza il fatto che te le abbia regalate la tua mamma in riferimento alle parole che ho scritto nel mio post.
    Un abbraccio,
    Silvia

    RispondiElimina
  5. mi piace quando leggo che c'è qualcuno che "riabilita" i classici, facendosi una bella lettura degli stessi... questo libro non l'ho mai letto, e sinceramente neppure lo conoscevo...

    RispondiElimina
  6. Ciao
    questo libro è sulla mia lista dei libri da prendere.

    RispondiElimina